Andre Dubus e le sue riflessioni da una sedia a rotelle


Andre Dubus rilfessioni da una sedia a rotelle

Non ho mai conosciuto così profondamente una persona come un personaggio il cui carattere mi viene rivelato attraverso il lavoro della scrittura di un racconto.

Andre Dubus, Riflessioni da una sedia a rotelle

Riflessioni da una sedia a rotelle di Andre Dubus è una raccolta di racconti, qualcosa a metà tra un’autobiografia ed un manuale di scrittura.

È denso di riflessioni sulla vita, sulle difficoltà che la vita ci presenta e sulle grazie che la vita ci regala senza che noi ce ne accorgiamo.

Ma è anche un libro pieno di consigli ed aneddoti sulla scrittura da parte di uno dei più grandi scrittori di storie brevi del ventesimo secolo.

A me capita di ricordarmi degli eventi della mia vita che possono sembrare insignificanti ma che, evidentemente, per me non lo sono stati. E mi chiedo: ma perché mai mi ricordo questa cosa? Ecco, mentre leggevo il libro ho avuto una sensazione simile, coime se Andre Dubus mi stesse raccontando alcuni episodi della sua vita, apparentemente insignificanti, ma carichi di emozione.

L’articolo è organizzato in tre parti:

  • I miei racconti di Dubus preferiti
  • I racconti di Dubus sul mondo della scrittura
  • L’elenco dei libri e dei racconti consigliati da Andre Dubus.

Buona lettura.

Alcune racconti di Andre Dubus su cui riflettere ogni giorno

Grazia

Da leggere e rileggere ogni giorno.

Spesso riceviamo la grazia senza saperlo, e spesso non lo sappiamo perché quando la grazia arriva, siamo già gioiosi o resilienti o sereni, o in un altro stato positivo dovuto alla grazia. A volte siamo presi dalla passione.

Andre Dubus

Fratelli

Un racconto sullo scorrere della vita. In dieci pagine Dubus riesce a farci riflettere sul tempo che passa, su come la vita ci sfugge e su come è così difficile soffermarsi su qualcosa.

Eppure, eccoci lì, noi quattro, trentenni, a ridere nell’auto di Michel, in vacanza non solo dal lavoro ma dal Tempo e da ciò che percepivamo come la nostra vita quotidiana, e da quello che ne sarebbe stato di noi.

Andre Dubus

Sacramenti

Commovente.

Non è depressione, è dolore, e rimarrà sempre con te, perché non puoi riavere le tue gambe.

Andre Dubus

Misteri del corpo

Il corpo è la cosa più preziosa che abbiamo.

Ogni giorno mi manca non poter fare quel che ero abituato a fare: stare in piedi, camminare, fare lunghe passeggiate per tenermi in forma.

Ogni giorno è una lotta contro il dolore.

Andre Dubus

Una canzone su una strada di campagna

La gratitudine ci viene in mente sempre troppo tardi.

Quando correvo, quando camminavo, non esisteva il tempo: c’era solo il mio corpo, il mio respiro, gli alberi, le colline, il cielo, gli uccelli, gli scoiattoli e i tamia straiti, l’aria fredda o calda o fresca, la pioggia sul mio cappello e sul mio viso, il bianco e silenzioso movimento della neve.

Andre Dubus

Mi sono sempre sentito grato, ma non sapevo che fosse gratitudine.

Andre Dubus

Canzone di compassione

C’è sempre un abisso tra qualcosa che accade a noi e qualcosa che accade agli altri. In questo racconto Dubus ne parla in modo magistrale raccontando un episodio di quando aveva incontrato un signore su una sedia a rotelle prima del suo tragico incidente.

C’è tanto da riflettere.

Il mio amico era molto abile sulla sedia a rotelle e io non avevo immaginazione sufficiente per mettermi nei suoi panni. O forse mi mancavano la compassione e il coraggio per percepire la sofferenza di qualcun altro.

Andre Dubus

Testimone

Commovente.

Anni fa ho realizzato quanto il dolore e la fatica di stare su una sedia a rotelle assorbano la maggior parte delle mie energie.

Andre Dubus

Riflessioni di Andre Dubus sulla scrittura

Lettera a un laboratorio di scrittura

Nessuno sa da dove provengono le immagini e il racconto stesso. Ci sediamo alla scrivania e cerchiamo di concentrarci in modo assoluto, e la concentrazione ci porta nel luogo dove si trovano le parole, le immagini e le storie. Questo non è un posto che possiamo raggiungere ogni volta che vogliamo; è un posto strano.

Andre Dubus

Questo racconto consiste in una lettera scritta dall’autore ai partecipanti di un laboratorio di scrittura. In cinque pagine ci sono tanti consigli preziosi.

Non possiamo scrivere le nostre storie in modo perfetto, solo nel miglior modo possibile. Hemingway una volta disse che aveva pochissimo tale nto naturale e che ciò che la gente chiamava il suo ‘stile’ era semplicemente il suo tentativo di superare la sua mancanza di talento.

Andre Dubus

Mailer all’Algonquin

In questo racconto di circa otto pagine Dubus racconta come e perché ha iniziato a scrivere. Per anni aveva raccontato la storia del suo primo luogotenente ai suoi amici fino a che un amico gli disse: “È una bella storia, dovresti scriverci un romanzo”. Iniziò con un taccuino inventandosi i personaggi e poi lesse il Duello di Cechov per ricevere energia. Poi in due mesi e mezzo scrisse The Lieutenant il suo primo ed unico romanzo.

Uso spesso corpi e volti che conosco, o un misto di essi, ma non ho mai scritto storie su nessuno che conosco, nemmeno i miei genitori.

Andre Dubus

Amore al mattino

In questo racconto Dubus ci racconta come gli vengono le idee per i suoi racconti.

Come tanti altri scrittori, Andre Dubus porta sempre con un se un taccuino.

Ho sempre con me un taccuino e una penna dovunque mi trovi, per quelle immagini o personaggi o scene che mi possono cadere addosso immprovvisamente come gocce di pioggia.

Andre Dubus

Primi libri

Un racconto su cosa significa scrivere.

È un lavoro splendido, degno e impegnativo come tutti gli altri, e la volontà e la capacità di resistere per farlo, giovano all’anima dello scrittore.

Andre Dubus

Lista dei libri e racconti citati da Andre Dubus

La lista dei libri e dei racconti indicata da Dubus è un punto di riferimento per chiunque voglia dedicarsi alla scrittura di racconti brevi.

  • La breve vita felice di Francis Macomber di Hemingway
    • “È uno dei migliori racconti di Hemingway o uno dei peggiori, a seconda di come lo leggi” Thomas Williams
  • La pace è ogni passo di Thich Nhat Hanh
  • Il regno delle donne di Cechov
    • “Uno dei racconti più belli che abbia mai letto” Andre Dubus
  • In un altro paese di Hemingway
  • Il duello di Cechov
    • “Un racconto magistrale e impostato in modo chiaro su una sequenza casuale di eventi.” Andre Dubus
  • Pubblicità per me stesso di Mailer
  • Il suo ultimo deisderio di Joan Didion

Conclusioni

  • È molto difficile essere grati per ciò che abbiamo. Tutto ci passa davanti senza che ce ne accorgiamo.
  • La gratitudine ci viene in mente sempre troppo tardi, quando abbiamo perso qulacosa.
  • C’è sempre un abisso tra qualcosa che ci accade a noi e qualcosa che accade agli altri. Si fa presto a dire: “Ti capisco!”.
  • Nessuno sa da dove provengono le immagini e il racconto stesso.
  • Non possiamo scrivere le nostre storie in modo perfetto, solo nel miglior modo possibile.
  • Portiamo sempre con noi un taccuino ed una penna.

Puoi seguirmi qui


Chi è Andre Dubus?

Andre Dubus

Andre Dubus (1936-1999) ha dedicato tutta la sua vita a scrivere racconti e ad insegnare scrittura. È stato un amico e allievo di Richard Yates e Kurt Vonnegut. Ha scritto solo un romanzo nel 1967 The Lieutenant e poi si è dedicato esclusivamente alle storie brevi con cui si è aggiudicato molti premi letterari.

Ha avuto una vita molto dura: tre matrimoni finiti, una figlia, Suzanne, stuprata da ragazza, sorte che toccò anche alla sorella Kathryn. Ma soprattutto nel 1986 ebbe un incidente spaventoso che gli portò via una mezza gamba e gli rese inutilizzabile l’altra, incatenandolo a una sedia a rotelle per il resto della vita.


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.